"riuniamoci insieme per vivere una vita raccolta e fare del bene"

Fondatrice - parroco

la fondatrice parroco minime santa cleliaParroco e confessore di santa Clelia, don Gaetano Guidi, nasce a Bologna il 12 gennaio 1822 e viene battezzato il giorno dopo la nascita al fonte della cattedrale.

Vestito l’abito talare frequenta gli studi teologici presso il seminario arcivescovile, manifestando precocemente il suo carisma di catechista e di educatore di anime.
Ordinato sacerdote dal cardinale Carlo Oppizzoni il 21 settembre 1844, celebra la prima Messa il 22 settembre festa dell’Addolorata.

Raggiunge per la prima volta la comunità parrocchiale di Santa Maria delle Budrie il 20 marzo 1857. È lui a preparare la piccola Clelia alla prima comunione il 27 giugno 1858 e da quel giorno diviene testimone privilegiato della sua santità.
Uomo di Dio, esercita con sicuro intuito il discernimento dello spirito chiamando Clelia quindicenne fra le Operaie della dottrina cristiana, accreditandole la missione di fondatrice del primo nucleo delle future Minime dell’Addolorata e guardandola attraverso le croci e le esperienze mistiche dal 1 maggio 1868 al 13 luglio 1870.

Solo a don Gaetano Guidi, maestro e padre dell’anima, Clelia rivela il segreto dell’ispirazione granda del 31 gennaio 1869, registrato nella lettera allo Sposo Gesù.
Il curato delle Budrie coltiva la piccola parrocchia campestre, che il cardinale Giorgio Gusmini denominerà «Fortunata aiuola del giardino della Chiesa Bolognese», fino al 4 aprile 1900, quando dopo 43 anni di infaticabile lavoro, a 78 anni si addormenta nella pace di Cristo.

Liturgia del giorno